F.I.G.C.

Federazione Italiana Giuoco Calcio

Prorogato il commissariamento della Lega di A. Tavecchio: “Siamo all’uscita del tunnel”

"Il commissariamento della Lega di A è stata un'esperienza molto sofferta, un'esperienza che mi ha messo di fronte a problemi di ogni natura, che sono riuscito a risolvere grazie all’aiuto dei sub-commissari (Michele Uva e Paolo Nicoletti, ndr) e alla comprensione di tutte le società. E’ stato un lavoro lungo, ma ora siamo all’uscita del tunnel”. Nella conferenza stampa che segue la riunione odierna del Consiglio Federale il presidente della FIGC Carlo Tavecchio annuncia la proroga all’unanimità fino all’11 dicembre del commissariamento in Lega di A e ne approfitta per tracciare un primo bilancio della sua esperienza, ammettendo di aver passato anche qualche notte insonne: “Quando ho chiesto di fare il commissario – sottolinea -  non l'ho fatto per piacere personale. Volevo dare un'impronta federale per provare a sistemare una Lega che veniva da anni di travagli. Il 3 novembre ci sarà un altro Consiglio Federale e per quel giorno spero che potremo licenziare definitivamente gli statuti delle leghe”.

Dopo aver aperto i lavori del Consiglio ricordando Vittorio Mormando, Eugenio Bersellini e Fabio Daddi (“tre persone che hanno servito il mondo del calcio e dato lustro alla federazione”), il presidente federale ha informato i consiglieri sull’esito dell’Assemblea della Lega A e sullo Statuto approvato nella riunione di ieri, spiegando che il documento necessita di alcune modifiche formali per allinearlo allo Statuto federale e che quindi sarà necessario un ulteriore passaggio sia in Consiglio Federale che in Assemblea di Lega. 

Relativamente agli esiti dell’Assemblea di Lega B, sentita la relazione del Commissario straordinario Mauro Balata, si è deciso di approfondire le modifiche proposte per poi portarlo successivamente in approvazione, nella stessa riunione in cui verrà posto in votazione quello della Lega di A.
Tavecchio ha poi informato il Consiglio circa la richiesta avanzata al presidente della FIFA Gianni Infantino per fare di Coverciano un centro mondiale di allenamento e sviluppo della tecnologia VAR, per la quale la FIGC ha chiesto un ulteriore incontro specifico a Zurigo: “E' superfluo dire quali sviluppi potrebbe avere per l'immagine dell'Italia”, ha dichiarato in conferenza stampa Tavecchio per poi commentare l’esito del sorteggio del play off Mondiale: “C’è grande rispetto per la Svezia, ma sono ottimista”.

Nella sua informativa, il direttore generale Michele Uva ha relazionato il Consiglio in merito al buon esito degli ultimi eventi organizzati dalla Federcalcio quali la consegna del Premio di Letteratura del Calcio ‘Antonio Ghirelli’, la presentazione del Bilancio Integrato FIGC e l’Hackathon del calcio italiano che si è svolto nell’ultimo fine settimana a Trento.

La presidente della Commissione sviluppo del calcio femminile Sara Gama, inoltre, ha aggiornato i consiglieri sul lavoro svolto nell’ultima riunione avanzando la proposta condivisa con il presidente AIAC Renzo Ulivieri di qualificare ulteriormente gli allenatori della Seria A femminile, attraverso l’indizione da parte del Settore Tecnico di un corso speciale. 

Il Consiglio ha votato all’unanimità la nuova composizione del Consiglio Direttivo Settore Giovanile e Scolastico alla cui presidenza è stato riconfermato Vito Tisci lo scorso 26 giugno: Giorgio Molon, Gianfranco Andreoletti, Domenico Ranieri, Erio Iori, Sergio Roticiani, Piero Di Cristinzi, Luca Bergamini, Mauro Foschia, Roberto Samaden (vice presidente), Ettore Pellizzari (vice presidente) e Simone Perrotta (vice presidente).