F.I.G.C.

Federazione Italiana Giuoco Calcio

SGS

Roma 23/11/2017

Progetto Rete! 2018, coinvolti oltre 500 minori stranieri

Progetto Rete! 2018, coinvolti oltre 500 minori stranieri

Sono oltre 500 i minori stranieri richiedenti asilo residenti negli SPRAR italiani che parteciperanno alla quarta edizione del Progetto Rete!, l’iniziativa avviata nel 2015 dalla Federazione con il Top Sponsor Eni e con il proprio Settore Giovanile e Scolastico, finalizzata a favorire i processi di inclusione e integrazione attraverso il calcio e che nel 2018 introdurrà alcune importanti innovazioni. RETE! è stato infatti inserito all’interno di una convenzione sottoscritta dalla FIGC e dal Ministero dell’Interno in collaborazione con l’ANCI, che favorirà una partecipazione diffusiva al progetto grazie al concreto sostegno degli uffici dei Prefetti. Un passo importante, che attesta la validità di un’attività già sposata con entusiasmo dai diretti interessati come, di fatto, raccontano i numeri: dai circa 400 giovani coinvolti nel 2017, agli oltre 500 di quest’anno, espressione di 36 SPRAR distribuiti in dieci diverse Regioni (Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Molise, Puglia, Sicilia, Trentino, Umbria).

L’aspetto fondamentale dell’edizione edizione 2018 è rappresentato dall’attivazione di una forte sinergia con le società dilettantistiche dei rispettivi territori. Una collaborazione fattiva, che nell’ottica di un’inclusione sempre maggiore, porterà allo svolgimento di un’attività mista nel corso di tutto il Progetto. Le società coinvolte avranno l’opportunità di finalizzare il percorso di riconoscimento come scuola calcio elite o come scuola di calcio, qualora le condizioni e i prerequisiti lo permettano, oppure mettere le basi per avviare il progetto di riconoscimento/qualificazione della scuola calcio. Le società ed i ragazzi maggiorenni coinvolti interessati potranno anche seguire un corso Grassroots “Livello E” appositamente organizzato a cui potranno aderire anche altri tecnici delle società limitrofe.

Previste innovazioni anche nel format che, visti i partecipanti e i potenziali calciatori italiani che verranno coinvolti, sarà strutturato secondo il modello dei tornei già sviluppati dal Settore Giovanile e Scolastico, dando corpo a una vera e propria manifestazione nazionale. I soggetti aderenti, come nelle precedenti edizioni, saranno impegnati in attività di carattere locale sotto la guida degli istruttori SGS attraverso interventi tecnici e la formazione di una o più squadre per struttura. Successivamente, in base al proprio collocamento geografico, le compagini partecipanti verranno suddivise per aree (Nord, Centro, Sud e Sicilia) e coinvolte nelle fasi interregionali. Al termine di questi raggruppamenti verranno decretate le formazioni che accederanno alla fase finale in programma tra maggio e giugno 2018.

Nell'ottica dello sviluppo delle attività, il prossimo 28 novembre, presso il Centro Federale Territoriale di Gela, avrà luogo una prima fase locale per gli SPRAR siciliani. Dodici strutture e oltre 200 ragazzi, che saranno coinvolti in un mini torneo dedicato, quale prima tappa del percorso di Rete! 2018.