F.I.G.C.

Federazione Italiana Giuoco Calcio

La struttura del Settore Giovanile Scolastico che si occupa di "Attività di Base" ha compiti di: studio, progettazione, pianificazione, coordinamento e controllo delle modalità, delle norme e dei regolamenti che, insieme al Settore Tecnico della F.I.G.C., emana, disciplinando in particolare l'attività dei bambini e delle bambine appartenenti alle seguenti categorie, sia del Calcio che del Calcio a Cinque:
Piccoli Amici (5-8 anni)
Pulcini (8-10 anni)
Esordienti (10-12 anni).
Durante il periodo dell'attività di base, dai 5 ai 12 anni, diverse infatti sono le finalità che devono essere perseguite, tenendo conto che il calcio è uno strumento educativo a carattere polivalente.
In altre parole, attraverso il calcio i bambini cresceranno sia sul piano tecnico-coordinativo, sia su quello delle relazioni sociali e dello sviluppo psicologico, senza trascurare la formazione specifica che gli consente in seguito di praticare il calcio in ambiti agonistici veri e propri.
La "Carta del Grassroots"(1)
Nel marzo 2009, il Presidente della FIGC, Giancarlo Abete, ha sottoscritto, unitamente al Presidente della UEFA, Michel Platini, l'adesione alla "UEFA Grassroots Charter", la Carta del Calcio di Base della UEFA. Tale Carta ha lo scopo di incoraggiare le varie Federazioni a migliorare la condizione del calcio di base attraverso programmi di promozione e di sviluppo che coinvolgono i giovani calciatori e le giovani calciatrici, gli istruttori, i dirigenti e i genitori.
Programmi in tal senso dovranno anche riguardare altri ambiti legati al Giuoco del Calcio e del Calcio a Cinque, ad attività educative, di formazione e sociali.
Scuole di Calcio(2)
Nell'ambito dell'Attività d Base, il Settore Giovanile e Scolastico prevede un sistema di riconoscimento delle Scuole di Calcio  e delle Scuole di Calcio a Cinque che, a seconda della qualità delle società e dei requisiti posseduti si suddividono nelle seguenti tre tipologie:
"Centri Calcistici di Base": sono tutte le Società affiliate alla FIGC che svolgono attività in almeno una delle tre categorie di base, ma che non sono in possesso dei requisiti minimi richiesti per costituire una "Scuola di Calcio"
"Scuole di Calcio": solo le Società affiliate alla FIGC possono attivare una Scuola di Calcio, secondo i criteri e i requisiti stabiliti ogni anno nel Comunicato Ufficiale n°1 del Settore Giovanile e Scolastico
"Scuole di Calcio Qualificate": sono le "Scuole di Calcio" in possesso di ulteriori requisiti di qualità stabiliti ed elencati ogni anno nel Comunicato Ufficiale n°1 del Settore Giovanile e Scolastico

Attività categorie di base(2)
Il Settore Giovanile e Scolastico intende promuovere la pratica calcistica giovanile attraverso un corretto e graduale avviamento del bambino/a al gioco del calcio.
Tutto ciò avviene svolgendo un'attività prevalentemente ludica in un ambiente sano che ponga il bambino al centro del progetto didattico-sportivo, senza trascurare lo sviluppo di capacità ed abilità tecniche.
L'attività viene strutturata in Tornei ufficiali, organizzati dalle 110 Delegazioni Provinciali e Distrettuali secondo i principi pedagogici e didattici descritti nella "Guida Tecnica per le Scuole di Calcio" e nel "Comunicato Ufficiale n°1 del Settore Giovanile e Scolastico", nel rispetto del periodo evolutivo di ciascun bambino, con le seguenti modalità:

 


Nell'ambito dell'Attività di Base, in ogni stagione sportiva vengono realizzate le seguenti attività:
"Grassroots Festival"
Dal 2009, anno in cui la FIGC ha aderito alla Carta del Grassroots della UEFA, il Settore Giovanile e Scolastico organizza ogni anno, nel mese di giugno, il Grassroots Festival, un evento del calcio di base che coinvolge le varie aree che caratterizzano la Carta stessa:
­       Scuole di Calcio
­       Scuole di Calcio a Cinque
­       Attività Femminile
­       Calcio Integrato per Diversamente Abili
­       Calcio Sociale con la partecipazione di giovani calciatori e calciatrici di diverse provenienze ed etnie
­       Iniziative di Informazione e Aggiornamento per i tecnici e i dirigenti di calcio giovanile
"Fun Football" (categoria "Piccoli Amici")
È una manifestazione in cui i bambini e le bambine di età compresa tra i 5 e gli 8 anni, e i loro genitori, si confrontano in giochi ed attività con e senza palla, giochi popolari e di animazione.
"Sei Bravo a… Scuola di Calcio" (categoria "Pulcini") (3)
È un'attività riservata a bambini di età compresa tra gli 8 e i 10 anni, articolata in prove tecniche, giochi-partita e giochi a confronto, caratterizzata dall'integrazione di due particolari aspetti fondamentali per l'apprendimento: la sana competizione ed il divertimento.
 "Fair Play" (categoria "Esordienti")
Il Torneo "Fair Play" è la denominazione che caratterizza tutti i tornei della categoria Esordienti (bambini di età compresa tra i 10 e i 12 anni), nei quali le graduatorie di merito che determinano le migliori squadre, sono definite in base alla somma di punteggi ottenuti in particolare per il comportamento (es. "Green card" acquisite) e da aspetti organizzativi della Società, oltre che dai risultati tecnici delle squadre.
Calcio Femminile(2)
Anche l'attività femminile trova ampio spazio nell'ambito del calcio di base del Settore Giovanile e Scolastico.
L'attenzione in questi ultimi anni è stata posta sempre in misura maggiore, tanto che sono state ampliate il più possibile le opportunità di far giocare bambine e ragazze delle varie fasce d'età, soprattutto in attività miste, con ragazzi della stessa fascia d'età o superiore.
Particolari iniziative che riguardano l'attività femminile, le cui modalità hanno lo scopo di esaltare le qualità delle giovani calciatrici, sono le seguenti:
"Torneo Giovani Calciatrici"
È un Torneo che si svolge in ambito Provinciale e/o Regionale, a cui prendono parte ragazze di età compresa tra i 12 e i 14 anni (categoria Giovanissime). A tale Torneo possono partecipare anche Istituti Scolastici che hanno costituito un Gruppo Sportivo Scolastico.
"Torneo Rappresentative Regionali Femminili Under 15"
In ambito di attività femminile giovanile, le regioni selezionano rappresentative femminili di categoria Under 15 (Giovanissime).
Tale attività viene realizzata anche con lo scopo di promuovere il calcio femminile e le giovani calciatrici di talento. Da queste selezioni infatti, nasce la futura nazionale femminile Under 17.
Formazione e aggiornamento(2)
Il Settore Giovanile e Scolastico, nell'ambito dell'attività realizzata in periferia, propone una serie di attività di formazione, informazione e aggiornamento destinata a tutti coloro che, nei diversi ruoli ed ambiti, sono a contatto dei giovani calciatori.
Vengono infatti realizzate le seguenti attività:
P      Incontri informativi per dirigenti, tecnici, genitori e giovani calciatori con tecnico, medico e/o psicologo messo a disposizione dal Coordinamento Regionale Federale per l'Attività Giovanile e Scolastica;
P      Incontri di aggiornamento sulle varie tematiche del calcio giovanile, sia in ambito tecnico che educativo, sia in ambito di prevenzione alla salute che di conoscenza delle regole del giuoco;
P       "Corsi di informazione per Istruttori di Scuola Calcio privi di qualifica federale" della durata complessiva di 85 ore, organizzati in ambito provinciale in collaborazione con il CONI.
 
(1) Per ulteriori dettagli visualizza uno stralcio della UEFA Grassroots Charter
 (2) Per ulteriori dettagli puoi consultare i seguenti documenti:
(3) Per consultare il progetto tecnico-didattico del "Sei Bravo a… Scuola di Calcio" attuale, clicca qui
  La Carta dei diritti dei Bambini e dei doveri degli Adulti
Ufficio Attività di Base
Massimo Tell
Telefono 0684913412
email sgs.attivitadibase@figc.it