Responsabilità sociale

A Coverciano gli chef della Nazionale cucinano per i bisognosi

Da oggi alla vigilia di Natale saranno serviti ogni giorno 1000 pasti caldi. Lo chef Silvestri: “Un modo per aiutare chi è in difficoltà e per far lavorare i nostri dipendenti”

lunedì 21 dicembre 2020

A Coverciano gli chef della Nazionale cucinano per i bisognosi

E’ la Casa degli Azzurri, ma all’occorrenza si conferma un prezioso punto di riferimento per le persone in difficoltà. Dopo aver accolto nei primi mesi della pandemia i pazienti COVID-19, per le feste natalizie il Centro Tecnico Federale di Coverciano apre le sue porte ai bisognosi, servendo 4000 pasti caldi preparati dagli chef delle Nazionali azzurre Claudio Silvestri ed Enzo Belladonna.

Da oggi a giovedì 24 dicembre verranno offerti mille cesti solidali al giorno, 200 dei quali saranno portati direttamente a casa dalla Misericordia di Firenze a tutte quelle persone impossibilitate a raggiungere il Centro Tecnico Federale. Ricco il menù, che varierà di giorno in giorno: due porzioni di primo, un secondo, un contorno e come dolce la famosa crostata degli Azzurri.

Un’iniziativa voluta dalla So. Ges, l’azienda che gestisce la struttura, con il sostegno della FIGC: “Pur attraversando un momento difficile – sottolinea il presidente della So.Ges Paolo Galardi – abbiamo voluto fare qualcosa per chi ha più bisogno”. “Questo – aggiunge lo chef Silvestri - è un modo sia per aiutare chi è in difficoltà e sia per far lavorare i nostri dipendenti. Siamo sicuri che la ripartenza è possibile perciò dobbiamo stringerci tutti ora per farci trovare pronti domani”.