Iniziative

LifeTACKLE e gestione degli eventi: un seminario per illustrarne le Linee guida

Il documento, curato dalla Scuola Superiore Sant’Anna, si articola su due direttrici: le pratiche a carattere amministrativo, finalizzate agli aspetti organizzativi, e quelle a carattere operativo

mercoledì 3 marzo 2021

LifeTACKLE e gestione degli eventi: un seminario per illustrarne le Linee guida

Nel quadro dello sviluppo operativo di LifeTACKLE, si è svolto ieri il seminario online sul tema “Environmental management, how to reduce environmental impact by adopting environmental practices” organizzato dalla Scuola Superiore Sant’Anna, coordinatore scientifico del progetto, che ha visto come relatori Niccolò Todaro, PhD presso l’Institute of Management dell’ateneo pisano, e Jed Cohen (Energy Institute, Johannes Kepler University - Linz).

Nel corso della sessione dedicata alle varie entità partner di LifeTACKLE, tra cui la FIGC, sono state presentate in dettaglio le Linee guida per la gestione degli eventi calcistici che illustrano quali siano le buone pratiche finalizzate a sviluppare una gestione sostenibile sul piano ambientale.

Due le direttrici sulle quali è strutturato il documento: le pratiche a carattere amministrativo, ovvero definizione di ruoli e responsabilità, pianificazione, controllo e monitoraggio, sistema di gestione certificato, reportistica e comunicazione, gestione dei rapporti con i diversi stakeholders; quelle a carattere operativo, finalizzate a garantire un ridotto impatto ambientale nello svolgimento di un evento, articolate in funzione del contesto nel quale si svolge, della sua tipologia, della gestione dell’infrastruttura che lo ospita, degli approvvigionamenti e infine della mobilità e della logistica.

Il metodo di identificazione e classificazione delle buone pratiche è stato basato sulla ricerca e l’analisi dei rapporti elaborati dalle organizzazioni sportive in materia di sostenibilità ambientale e, in un secondo momento sull’attività svolta sul campo attraverso sopralluoghi negli impianti e indagini conoscitive. Ciò ha condotto all’identificazione di oltre 80 tipologie di azioni e strategie da applicare nella organizzazione di eventi sportivi e alla gestione ambientale degli impianti.   

La validazione di queste Linee guida è stata sviluppata attraverso una serie di test-pilota (pilot test) condotti in 6 nazioni europee e 12 diversi stadi, tra i quali lo Stadio Olimpico di Roma, l’Aviva Stadium di Dublino e National Arena di Bucarest in procinto di ospitare UEFA EURO 2020.

Per approfondire: Guidelines for the Environmental Management of Football events