Il Progetto

Nella primavera del 2020, la UEFA ha avviato il primo progetto a livello europeo dedicato alle bambine in collaborazione con Disney: il UEFA Playmakers Programme. https://www.uefa.com/playmakers/en

Quest’anno la FIGC, attraverso il Settore Giovanile e Scolastico lancia il progetto anche in Italia.  Le attività sono rivolte alle bambine dai cinque agli otto anni che vogliono iniziare il loro percorso nel mondo del calcio.

Attraverso l’avventura, la narrazione e l’immaginazione e un’idea di allenamento basata sulle storie Disney e sui suoi personaggi più famosi, Playmakers mira a promuovere uno stile di vita sano e attivo per appassionare ed entusiasmare le bambine ed avvicinarle al gioco del calcio.

Grazie alla stretta collaborazione con le società del territorio ed al lavoro degli Staff SGS il progetto Playmakers viene portato avanti in 30 Centri su tutto il territorio nazionale con un programma di allenamenti fatto di storie, gioco e divertimento aperto a tutte le bambine.  

Movimento, gioco di squadra, immaginazione

Playmakers segue un’idea di narrazione unica e si basa su un approccio giocoso e divertente. Il movimento, il lavoro di squadra e l'immaginazione sono al centro della proposta.

Le sessioni di allenamento seguono le storie dei successi Disney "Gli Incredibili 2" e "The Frozen 2".  Le bambine vivranno un'entusiasmante avventura insieme allo Staff appositamente formato per questo progetto interpretando i loro personaggi preferiti e divertendosi insieme a Elastigirl, Dash o Elsa e Olaf.

"Playmakers" si pone l’obbietti di lavorare sul calcio di base in chiave femminile con una proposta disegnata sulle necessità delle giovani atlete per rafforzare la fiducia in loro stesse e la creatività. Playmakers è basato sul fattore divertimento e lavora sul movimento, sulle abilità motorie di base, sui principi base del gioco del calcio ma anche sulle life skills, accompagnando le bambine in un percorso di crescita attraverso lo sport.

Playmakers offre a tutte le bambine:

  • un'esperienza sportiva senza precedenti.
  • un avviamento al gioco del calcio divertente e soprattutto sicuro, attraverso le emozionanti storie della Disney.
  • non solo l’opportunità per essere fisicamente attive e mantenersi in forma, ma anche l'ambiente per crescere, migliorare, rafforzare la fiducia in se stessi, fare esperienza, nuove amicizie e tanta passione
  • una nuova metodologia, basato sui risultati della ricerca e sull’esperienza, che offre alle bambine i migliori presupposti per l’apprendimento e il divertimento


La ricerca

Il UEFA Playmakers Programme beneficia anche della ricerca della Leeds Beckett University. I ricercatori hanno esaminato le motivazioni delle bambine alla pratica sportiva. È stato osservato che con un approccio incentrato sul divertimento, sul lavoro di squadra e sull'amicizia, ma soprattutto sulle necessità specifiche delle bambine.  porta più facilmente le giovani calciatrici e le loro famiglie a trovare nel calcio lo sport giusto. Allo stesso tempo, sono stati identificate delle best practice per creare un ambiente di apprendimento sicuro. 

È utile sottolineare che, a livello mondiale, solo il 16% delle bambine raggiunge il livello minimo di attività fisica raccomandato dall'OMS. Anche in questo caso Playmakers può contribuire a promuovere uno stile di vita attivo e sano offrendo la possibilità di praticare attività sportiva in modo sicuro e divertente.

Per approfondire la ricerca:

Executive summary (ING)

Ricerca completa (ING)

 

Il calcio per le bambine

Playmakers ha come obbiettivo quello di contribuire allo sviluppo del calcio femminile ed è inserito nelle strategie promosse in tale ambito dalla UEFA.

Per avvicinare sempre più bambine al calcio Playmakers propone un approccio innovativo che coinvolge in primis le famiglie che svolgono un ruolo fondamentale nell’educazione e nella crescita anche attraverso lo sport. La metodologia Playmakers prevede un’attività che non si esaurisce in campo. Attraverso numerose proposte che accompagnano le sessioni di allenamento, il progetto mira a stimolare la curiosità delle bambine attraverso il gioco, mantenendole attive nel corso della settimana e favorendo il coinvolgimento della famiglia e degli amici.

Questo approccio contribuisce a creare il clima giusto che porta le bambine ad un graduale e divertente avvicinamento alla pratica sportiva con l’obbiettivo di appassionarle e creare tutti i presupposti per un lungo percorso nel mondo del calcio.

 

La formazione

Più di 70 membri degli Staff FIGC-SGS in tutta Italia hanno già seguito un percorso di formazione specifico sulla metodologia Playmakers grazie al supporto dei Coach Educators SGS che hanno preso parte al corso UEFA!

 

Le Società

Lo sviluppo del UEFA Playmakers Programme si fonda su una solida collaborazione tra SGS e le 30 Società del territorio selezionate. L’obbiettivo è quello di offrire un’esperienza unica a tutte le bambine interessate e alle loro famiglie e la possibilità di proseguire la pratica sportiva anche dopo Playmakers.

Cerca la società più vicina a te nell’elenco che trovi nella sezione dedicata e visita i nostri canali social!

 

Per info

0684913230

playmakers.sgs@figc.it