Responsabilità sociale

Presentata a ‘The Coach Experience’ la campagna antidiscriminazione #Unitidaglistessicolori

Al meeting annuale dell’Assoallenatori è intervenuto anche il presidente federale Gravina: “Sensibilizzando i tecnici possiamo raggiungere sia i top player che comunicare con i bambini”

sabato 28 maggio 2022

Presentata a ‘The Coach Experience’ la campagna antidiscriminazione #Unitidaglistessicolori

È stata presentata ieri alla Fiera di Rimini #Unitidaglistessicolori, la campagna antidiscriminazione ideata dalla FIGC che ha visto, per la prima volta, la partecipazione di tutti gli stakeholder del calcio italiano. Il momento di condivisione della campagna, per affrontare la tematica della lotta alla discriminazione, è stato organizzato dall’AIAC in occasione di ‘The Coach Experience’, meeting annuale dell’Assoallenatori con la partecipazione di tutti i tecnici del territorio per dare massima diffusione dell’iniziativa.

“Grazie all’AIAC e al suo presidente Renzo Ulivieri - ha dichiarato il presidente della FIGC Gabriele Gravina - per aver ospitato all’interno di questo importante momento di formazione e di aggiornamento la campagna #Unitidaglistessicolori. Per il ruolo centrale che ha nel nostro sistema e per la credibilità che gli riconosce soprattutto il mondo giovanile, sensibilizzando l’allenatore possiamo raggiungere sia i top player che comunicare con i bambini. Siamo in questo mondo perché ci rende felici e orgogliosi, ma abbiamo il dovere di custodirlo, migliorarlo e preservarlo da una delle più orribili violenze perpetrate ai danni dell’essere umano: la discriminazione razziale”.

Al panel, oltre al presidente Gravina, sono intervenuti Omar Daffe (Lega Serie A) Francesca Buttara (Lega Pro), Simone Alberici (LND), Umberto Calcagno (Assocalciatori), Stefano Archinà (AIA), Renzo Ulivieri (AIAC), Vito Di Gioia (Settore Giovanile e Scolastico), Paolo Bosi (Settore Tecnico), Giovanni Sacripante (Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale) e Ludovica Mantovani (Divisione Calcio Femminile).

La campagna, che ha avuto come partner istituzionale UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri) ed è stata realizzata con il contributo UEFA HatTrick FSR (Football and Social Responsibility), ha visto nelle scorse settimane la partecipazione delle Leghe (Lega Serie A, Lega Serie B, Lega Pro e Lega Nazionale Dilettanti), delle Componenti Tecniche (Assocalciatori e Associazione Italiana Allenatori di Calcio), dell’Associazione Italiana Arbitri, dei Settori (Settore Giovanile e Scolastico e Settore Tecnico) e delle Divisioni (Divisione Calcio Femminile e Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale) ed è stata promossa anche in occasione delle gare della Nazionale di Roberto Mancini, della Nazionale Femminile e dell’Under 21.

Dopo l’AIAC saranno i Grassroots Festival del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC del 18 giugno in occasione di 5 tappe interregionali (Coverciano, Torino, Verona, Bari e Ascoli) a veicolare la campagna. Concluderà la Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale della FIGC con le finali nazionali del 18 e del 25 giugno in programma a Novarello e a Roma.