Demetrio Albertini

Nato a Besana in Brianza il 23 Agosto 1971, Demetrio Albertini è cresciuto calcisticamente nel Milan. Ha esordito in Serie A con i Rossoneri nel 1988 e con il club milanese ha conquistato 5 scudetti, 4 Supercoppe italiane, 3 Champions League, 3 Supercoppe europee e 1 Coppa Intercontinentale. Ha vestito anche le casacche di Padova, Atletico Madrid, Lazio, Atalanta e Barcellona, vincendo inoltre una Liga e una Coppa Italia.

Ha disputato la sua prima partita in Nazionale maggiore il 21 dicembre 1991, a poco più di venti anni, totalizzando nella sua carriera 79 presenze in azzurro (quindicesimo giocatore con più presenze nella storia della Nazionale italiana). Nel 1992 si è laureato campione d’Europa con l’Under 21, mentre è stato vicecampione mondiale nel 1994 e vicecampione d’Europa nel 2000 (giocando entrambe le finali).

Diventato presidente del Settore Tecnico il 30 gennaio 2019, a livello dirigenziale Demetrio Albertini è stato vice presidente e vice commissario della Figc.; presidente del Club Italia della Figc  e capodelegazione della Nazionale italiana in occasione di UEFA EURO 2012, di FIFA Confederations Cup 2013, di FIFA World Cup 2014; ha diretto il Comitato organizzatore per la Finale della UEFA Champions League 2009 a Roma e il Progetto di Candidatura dell’Italia per UEFA EURO 2020 che ha permesso a Roma di ospitare le gare del prossimo Europeo; membro del Consiglio d’Amministrazione di Federcalcio srl; membro del ‘FIFA Football Committee’ e del ‘UEFA Football Committee’; membro della FIFA Task Force Football; membro della Commissione organizzativa per la FIFA Confederations Cup 2009; componente della Commissione Nazionale Atleti del CONI; membro permanente del Progetto della Presidenza del Consiglio e del CONI Destinazione Sport; Vice Presidente dell’ATC (ACES Technician Committee); consigliere dell’Associazione Italiana Calciatori; coadiutore del curatore fallimentare del Parma; ambassador e coordinatore sport per Expo Milano 2015; relatore presso il Comitato delle Regioni dell’Unione Europea nel quadro delle modifiche per il Libro Bianco sullo Sport; membro della Commissione Stati Generali delle Carceri e della Commissione Sport e Mafia presso il Ministero della Giustizia; ambasciatore italiano per la formazione professionale presso l’Unione Europea; imprenditore; fondatore e CEO della Demetrio Albertini srl.