Progetto Rete

Rete!: riparte il torneo dedicato ai centri di accoglienza del territorio. Domani a Roma la prima tappa regionale

Già programmati gli altri appuntamenti regionali e le successive fasi della manifestazione

mercoledì 9 settembre 2020

Rete!: riparte il torneo dedicato ai centri di accoglienza del territorio. Domani a Roma la prima tappa regionale

Dopo sei mesi d'attesa, dallo stop forzato di tutte le attività giovanili, Rete! può riprendere il percorso iniziato un anno fa con i ragazzi accolti nei Centri Siproimi di tutto il territorio nazionale. Un segnale importante nell'ottica di una ripresa della pratica sportiva e della conclusione della sesta edizione del progetto di carattere sociale sviluppato dal Settore Giovanile e Scolastico e finalizzato a favorire l'inclusione attraverso il calcio. Un'attività che la Federazione porta avanti dal 2015, in collaborazione con il Ministero dell'Interno e l'ANCI, con il supporto di Eni e Puma, e che in sei stagioni ha coinvolto in modo diretto circa 3.000 giovani favorendo un processo di integrazione grazie a quanto svolto sul territorio con i Coordinamenti Regionali SGS e le società sportive.

E' fissata per domani, 10 settembre, la prima tappa regionale del torneo che, nelle prossime settimane, coinvolgerà circa 500 minori stranieri inseriti nel sistema di accoglienza nazionale in una manifestazione che si articolerà, come stabilito a inizio anno, attraverso tre fasi - territoriale, interregionale e nazionale - grazie alla partecipazione complessiva di circa 50 formazioni. 

A scendere in campo, a Roma, le quattro formazioni del Molise che hanno aderito all'edizione 2019-2020 di Rete! e che, di fatto, apriranno la ripresa delle attività ufficiali del Settore Giovanile e Scolastico. Già in calendario gli altri appuntamenti di carattere regionale, che si svolgeranno a Viggiano (PZ) per quel che riguarda la Basilicata, a Ceglie Messapica (BR) per la Puglia, a Milano per la Lombardia, a Cosenza per le formazioni di Calabria e Campania, a Palermo e Gela per la Sicilia e a Bologna per l'Emilia Romagna, il Trentino, la Toscana, le Marche e la Sardegna. A seguire i turni interregionali in programma tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre a Milano, Ruvo di Puglia, Palermo e Cosenza, che determineranno le formazioni qualificate alla Final Four che si disputerà nel mese di ottobre a Roma.